Mondiale, i convocati del Brasile: ok Douglas Costa, out Alex Sandro

Con l’avvicinarsi dell’inizio dei Campionati del Mondo, per i vari commissari tecnici delle Nazionali impegnate a quello che è il massimo torneo calcistico, è arrivato il momento di una scelta importante come quella dei convocati.

Discorso ovviamente che riguarda anche Tite che in Russia sarà chiamato a guidare una squadra che, per forza di cose, si presenta come una delle grandi favorite per la vittoria finale della competizione: il Brasile. Il commissario tecnico della Seleçao, a differenza di altri suoi colleghi che hanno reso nota una rosa di preconvocati, ha deciso di stilare fin da subito la lista dei 23 giocatori che rappresenteranno la Nazionale ‘Pentacampione’ del mondo.

Saranno tre i rappresentati della Serie A che vestiranno la maglia verdeoro in Russia: il portiere della Roma Alisson, il difensore dell’Inter Miranda e l’attaccante della Juventus Douglas Costa.

Assente Dani Alves che sarà costretto a saltare il torneo a causa di un infortunio al ginocchio destro, tra i difensori trova posto Danilo del Manchester City. Con lui, a completare il reparto arretrato, Fagner, Marcelo, Filipe Luis, Marquinhos, Thiago Silva, Geromel ed ovviamente il già citato Miranda. Escluso quindi il bianconero Alex Sandro.

Presenti a centrocampo Casemiro, Fernandinho, Fred, Paulinho, Coutinho, Willian e Renato Augusto del Beijing Guoan.

Ovviamente convocati in attacco, nonostante un infortunio non gli abbia consentito di scendere in campo nelle ultime settimane, la stella della squadra Neymar. Oltre al fuoriclasse del PSG e a Douglas Costa, a completare il reparto saranno il gioiello del Manchester City Gabriel Jesus, Roberto Firmino del Liverpool e Taison dello Shakhtar.

Ecco l’elenco completo del 23 giocatori che rappresenteranno il Brasile a Russia 2018:

Portieri: Alisson, Ederson, Cássio

Difensori: Fágner, Danilo, Marcelo, Filipe Luís, Marquinhos, Miranda, Thiago Silva, Geromel

Centrocampisti: Casemiro, Fernandinho, Fred, Paulinho, Philippe Coutinho, Renato Augusto, Willian

Attaccanti: Douglas Costa, Firmino, Gabriel Jesus, Neymar, Taison

Preconvocati Mondiale: sette ‘italiani’ per la Croazia

Il 14 giugno è sempre più vicino e le Nazionali impegnate al Mondiale hanno già iniziato a rendere noti i giocatori che parteciperanno alla rassegna più importante, anche se in alcuni casi servirà altro tempo per conoscere le rose definitive.

Il ct della Croazia, Zatko Dalic, ha comunicato una lista di 32 giocatori preconvocati, che tra qualche giorno si ridurrà ai fatidici 23 che voleranno in Russia: presenti ben sette giocatori di Serie A, da sempre bacino importante da cui la Croazia attinge.

Eccoli nell’ordine: Strinic (Sampdoria), Badelj (Fiorentina), Rog (Napoli), Perisic e Brozovic (Inter), Mandzukic (Juventus) e Kalinic (Milan). 

Prossimamente ci saranno nove tagli che daranno vita alla lista definitiva, anche se è difficile che qualcuno possa interessare proprio gli ‘italiani’, tutti con grande esperienza a parte Rog che finora ha collezionato solo 12 presenze con i biancorossi.

Presenti anche alcune vecchie conoscenze del nostro campionato: Vrsaljko (ex Sassuolo), Jedvaj (ex Roma), Kovacic (ex Inter), Pasalic (ex Milan), Pjaca (ex Juventus, in prestito allo Schalke), Rebic (ex Fiorentina) e Cop (ex Cagliari).

La Croazia sarà impegnata nel gruppo D contro Argentina, Nigeria e Islanda, un raggruppamento in cui appare la favorita insieme all’Albiceleste di Messi.

Scandalo al reality: la figlia del ct del Marocco denuncia uno stupro

Arriva dalla Francia la grave accusa di Candide Renard, figlia 21enne del commissario tecnico del Marocco Hervé Renard: la ragazza ha raccontato di essere stata vittima di violenza sessuale in un reality show.

Il fatto sarebbe avvenuto durante le riprese del programma ‘Koh-Lanta’, una sorta di ‘Isola dei Famosi’ girato alle Isole Figi, dove la ragazza ha raccontato la presunta violenza subita da parte di uno dei concorrenti.

Il diretto interessato ha subito smentito (l’identità non è stata svelata) e ha già annunciato che prenderà le vie legali contro la ragazza. L’allenatore del Marocco Renard ha confermato che è stata proprio la figlia a denunciare lo stupro.

Nel frattempo il programma, che metteva in palio 100 mila euro di premio, è stato sospeso. Non è la prima volta che ‘Koh-Lanta’ diventa teatro di polemiche: nel 2013 era già stato cancellato in seguito alla morte di un concorrente in Cambogia per arresto cardiaco durante una delle prove.

Pre-convocati Mondiale: nove ‘italiani’ per la Polonia

Manca poco più di un mese, poi si alzerà il sipario sull’evento sportivo più importante dell’anno: a Mosca prende il via il Mondiale russo 2018, 32 squadre al via per sollevare al cielo la Coppa del Mondo, l’ambito premio che ogni giocatore sogna di vincere almeno una volta nella vita.

Visto il vicinissimo inizio del torneo, cominciano ad arrivare anche convocati e pre-convocati: relativamente a quest’ultimi, sono stati annunciati quelli del selezionatore polacco Nawalka, che ha diramato una lista di 35 giocatori da cui verranno scelti i 23 finali.

Milik, Szczesny, Zielinski, Skorupski, Linetty, Bereszynski, Cionek e Kownacki potrebbero andare al Mondiale in Russia grazie all’esperienza maturata in Serie A, campionato dove, chi più chi meno, hanno giocato nella stagione 2017/2018: nel caso di Dawidowicz del Palermo, grazie alla Serie B.

Tra questi appaiono sicuri di andare al Mondiale quasi tutti, gli unici dubbi sono legati allo stesso Dawidowicz del Palermo e a Kownacki, che sta pian piano mostrando grande qualità con la Sampdoria ma potrebbe comunque rimanere a casa per lasciare spazio ai compagni più esperti.

I pre-convocati della Polonia per i Mondiali 2018:

Portieri: Bialkowski, Fabianski, Skorupski, Szczesny

Difensori: Bednarek, Bereszynski, Cionek, Glik, Jedrzejczyk, Kaminski, Kedziora, Pazdan, Piszczek

Centrocampisti: Blaszczykowski, Dawidowicz, Frankowski, Goralski, Grosicki, Kadzior, Krychowiak, Kurzawa, Linetty, Makuszewski, Maczynski, Peszko, Rybus, Szymanski, Zielinski, Zurkowski

Attaccanti: Kownacki, Lewandowski, Milik, Piatek, Teodorczyk, Wilczek

Argentina, il 14 maggio i 35 preconvocati: Icardi ci sarà

Il prossimo 14 maggio il commissario tecnico dell’Argentina Jorge Sampaoli diramerà la lista dei 35 giocatori preconvocati per il Mondiale. Lista che poi sarà successivamente scremata a 23 elementi prima della partenza per la Russia.

Secondo quanto riportato da TyC Sports di questa lista farà sicuramente parte il bomber dell’Inter Mauro Icardi. Tra gli italiani, oltre ai volti noti, verranno quasi sicuramente precettati anche German Pezzella, Alejandro Gomez, Federico Fazio, Diego Perotti, Paulo Dybala, Gonzalo Higuain ed a sorpresa il terzino del Torino Cristian Ansaldi.

Saranno invece da valutare le condizioni di Lucas Biglia, infortunatosi alla due vertebre durante Milan-Benevento, ma già in panchina mercoledì sera in occasione della finale di Coppa Italia contro la Juventus.

Hanno possibilità di fare parte di questa prima parte di ritiro, sempre secondo quanto riportato da Tyc Sports, Pablo Perez, Guido Pizarro, Enzo Perez, l’ex Genoa Ricardo Centurion, Rodrigo Battaglia, Fabricio Bustos, Emiliano Rigoni e Matthias Kranevitter.

Inghilterra, problema al ginocchio per Trippier: Russia 2018 a rischio

L’Inghilterra ed il Tottenham sono in appresione per le condizioni di Kieran Trippier, terzino degli Spurs infortunatosi nel corso del match giocato dalla squadra di Pochettino mercoledì sera contro il Newcastle, che ha regalato la matematica qualificazione alla prossima edizione della Champions League.

Trippier ha abbandonato anzitempo il terreno di gioco all’84’ minuto (al suo posto è entrato Alderweireld) a causa di un problema al ginocchio. Il manager londinese, in conferenza stampa, si è così espresso sulle sue condizioni: “Siamo un po’ preoccupati, speriamo che si tratti solamente di una normale torsione al ginocchio e che non ci sia niente di più grave”.

Si attende quindi con ansia l’esito degli accertamenti ai quali il giocatore è stato sottoposto. Trippier, che ha fatto il suo esordio con la nazionale dei Tre Leoni nel giugno del 2017 (cinque presenze fino a questo momento), è tra coloro che, condizioni di salute permettendo, Gareth Southgate convocherà per il mondiale di Russia 2018. Ha infatti giocato da titolare le ultime due amichevoli contro Olanda ed Italia.

La Street Child World Cup prende il via a Mosca

La terza Street Child World Cup: il futuro dipende da te, ha preso il via questo giovedì.

Oltre 200 bambini di strada che rappresentano le loro nazioni giocheranno nella competizione, progettata per attirare l’attenzione sui diritti di milioni di bambini sopravvissuti nelle strade di tutto il mondo e per cambiare le percezioni negative su di loro.

Il torneo, che presenta 12 squadre maschili e 12 femminili, è stato organizzato in collaborazione con Save the Children e la compagnia di telecomunicazioni russa Megafon e vedrà al suo interno un festival di arti e un Congresso per i loro diritti .

“Quando le persone ci vedono per le strade, dicono che siamo ragazzi di strada. Ma quando ci vedono giocare a calcio, dicono che non siamo i ragazzi di strada, dicono che siamo persone come loro” ha spiegato Andile, che faceva parte del Team South Africa alla World Child Cup del 2010.

Goal trasmetterà la competizione attraverso la sua pagina Facebook, a cominciare dalla cerimonia di apertura e dall’incontro amichevole tra le squadre femminili provenienti dalla Russia e dal Brasile. Gli highlitghs del torneo saranno disponibili durante l’evento, con tutte le partite giocate in casa dei Campioni di Russia, la Sapsan Arena del Lokomotiv di Mosca.

Tantissimi nomi di alto profilo hanno dato il loro sostegno alla competizione, tra cui il manager dell’Inghilterra Gareth Southgate.

“La Street Child World Cup: il futuro dipende da te è un evento fantastico” ha affermato.

“Si tratta di utilizzare il calcio per avere un impatto positivo e non parlare per i giovani vulnerabili, ma dando loro un palcoscenico per parlare da soli. Auguro all’Inghilterra, e a tutti i giovani partecipanti, la massima fortuna nel calcio, ma soprattutto nel cambiare il mondo”.

L’ex centrocampista dell’Arsenal, Gilberto Silva, lavora in collaborazione con Street Child United, l’ente di beneficenza che ha organizzato la competizione, e si sente benedetto per aver avuto l’opportunità di lavorare con individui così motivati.

“Sono onorato di essere ambasciatore di Street Child United” ha spiegato il campione della Premier League.

“È stato un privilegio per me incontrare gli ex ragazzi di strada coinvolti. Sono leader incredibili e sono lieto di supportarli nel loro viaggio verso la Coppa del mondo di Street Child: The Future Depends On You”.

Ogni squadra è rappresentata da un’organizzazione che lavora con giovani in strada in quel paese, con Centrepoint che organizza la parte inglese. Per essere ammessi alla selezione, i bambini devono essere stati affidati all’organizzazione partecipante per un anno e far parte di un programma di sviluppo in corso.

La competizione sarà sipario della Coppa del Mondo 2018 in estate, ed è stata precedentemente ospitata a Durban, Sudafrica nel 2010, e Rio de Janeiro, Brasile, nel 2016.

Romario a Gabriel Jesus: “Fai tanto sesso al Mondiale”

Gabriel Jesus si candida ad essere uno dei protagonisti del Mondiale di Russia e spera di ripercorrere le orme dei grandi attaccanti brasiliani del passato.

La stella del Manchester City è considerato l’erede di Romario, che ha solo un preciso e particolare consiglio da dargli in vista dell’imminente Mondiale.

“Deve fare tanto sesso – ha dichiarato ‘O Baixinho’ in un’intervista ad ‘As’ – il mio consiglio è quello di  sfruttare tutti i giorni liberi a disposizione”.

“Poi – ha aggiunto Romaio –  deve ovviamente concentrarsi nei giorni della partita e durante gli incontri. Ma credo che Gabriel Jesus sappia bene cosa rappresenta la Selecao”.

Del resto il metodo di Romario è stato collaudato e approvato nel 1994, quando negli States trascinò il Brasile alla vittoria della Coppa del Mondo in finale contro l’Italia.

 

Mondiali, l’ironia di Swisscom: “Non possiamo mostrarvi gli Azzurri, ve la siete meritata”

Pubblicità con sfottò all’Italia in Svizzera dove Swisscom, che trasmetterà i Mondiali di Russia 2018 nel Paese elvetico, ha lanciato una campagna non troppo simpatica nei confronti della nostra Nazionale.

Come riporta ‘Il Corriere del Ticino’ infatti il manifesto della compagnia di telecomunicazioni recita: “Purtroppo non possiamo mostrarvi gli Azzurri. Ma i Mondiali 2018 in UHD, sì”.  Il tutto seguito da un gioco di parole con la scritta: “Ve la siete meritata” e il logo di Swisscom Tv. 

I cartelloni pubblicitari, a poche settimane dall’inizio dei Mondiali, stanno ovviamente spuntando in tutto il territorio svizzero ma qualcuno probabilmente non prenderà benissimo l’evidente sfottò agli Azzurri.

Uno sfottò che segue quello di Migros Ticino legato alla campagna pubblicitaria per la vendita delle figurine dei Mondiali: “Colleziona le storiche immagini di (quasi) tutte le nazionali più importanti del pianeta! Si scherza eh vicini, senza rancore”. Ironia svizzera.

Arsenal, Elneny chiede aiuto sui social: vuole le figurine del suo Egitto

Il classe 1992 Mohamed Elneny farà sicuramente parte, nonostante al momento sia ai box per un problema alla caviglia, dei 23 convocati dell’Egitto per il Mondiale di Russia 2018. E nonostante manchi ancora più di un mese all’inizio della kermesse intercontinentale, l’attaccante dell’Arsenal non pensa ad altro.

Lo testimonia un post pubblicato sul proprio profilo Twitter, con il quale chiede aiuto ai suoi followers. Il motivo? Non riesce a trovare nessuna figurina dei suoi compagni di squadra ed a completare così la pagina della nazionale egiziana, che avrà in Salah la sua punta di diamante.

L’Egitto, inserito nel Gruppo A insieme a Russia, Arabia Saudita ed Uruguay, farà il proprio esordio contro la compagine di Cavani e Suarez il prossimo 15 giugno.